Piattaforma per acqua, gas e calore
20. novembre 2018

Svizzera

L’approvvigionamento energetico è adatto per il futuro?

In quale misura le aziende di approvvigionamento energetico svizzere (AAE) sono pronte ad aumentare la quota di energie rinnovabili e l'efficienza energetica? Il benchmarking commissionato dall'Ufficio federale dell'energia (UFE) risponde a questa domanda.

Il benchmarking mette a confronto le aziende di approvvigionamento energetico (AEE) e le loro attività in relazione alle energie rinnovabili e all'efficienza energetica nel settore dell'elettricità e/o in quello del calore/gas. Alla quarta edizione dello studio comparativo hanno partecipato complessivamente 97 AAE.

L'obiettivo di questo benchmarking, effettuato su base volontaria, è la trasparenza: i fornitori di energia elettrica partecipanti devono potersi misurare con i loro competitor e i consumatori devono potersi informare sulle prestazioni dei fornitori di energia elettrica nei settori delle energie rinnovabili e dell'efficienza energetica.

Sette settori di attività

Tra le 97 AAE partecipanti vi sono sia aziende grandi che piccole attive a livello locale, regionale e cantonale. 77 AAE provengono dalla Svizzera tedesca, 11 dalla Svizzera romanda e 9 dal Ticino. Le AAE partecipanti coprono il 58 per cento dell'energia elettrica e il 68 per cento del gas venduti in Svizzera.

Nel benchmarking, le aziende sono state valutate in sette settori di attività: strategia aziendale, ruolo esemplare, produzione da fonti rinnovabili, protezione delle acque, fornitura di elettricità da fonti rinnovabili, servizi energetici e infine programmi di promozione e misure tariffarie.

Un potenziale di miglioramento in tutte le AAE

Al benchmarking nel settore elettrico 2017/18 hanno partecipato 91 AAE. Cinque fornitori di energia elettrica raggiungono gli obiettivi almeno nella misura dell'80 per cento nei sette settori di attività. La maggioranza dei fornitori di energia elettrica raggiunge oltre il 50 per cento degli obiettivi, per una media del 51 per cento. Circa una dozzina di AAE presenta attualmente un grado di raggiungimento degli obiettivi inferiore al 30 per cento. Esiste un potenziale di miglioramento in tutte le AAE, in particolare per quanto riguarda la quota della produzione ecologica di energia idroelettrica e l'incremento della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, i programmi di promozione e le misure tariffarie nonché la vendita di elettricità ecologica.

Nel settore calore/gas hanno partecipato al benchmarking 50 AAE. In media, le aziende hanno raggiunto circa il 50 per cento degli obiettivi. In questo settore le AAE sono relativamente avanti per quanto riguarda la loro strategia aziendale in relazione a progetti innovativi, all'incremento del calore rinnovabile per quanto riguarda l'aspetto della produzione e nelle offerte nel settore termico.

Energie rinnovabili entro il 2035

Rispetto ai rilevamenti precedenti (ultima volta nel 2015/2016) i progressi sono ben visibili. Ci sono, ad esempio, sempre più AAE che hanno deciso a livello strategico di puntare completamente o in larga misura sulle energie rinnovabili entro il 2035.

Kommentar erfassen

Kommentare (0)

e-Paper

Con l'abbonamento online, leggere il «AQUA & GAS» E-paper sul computer, sul telefono e sul tablet.

Con l'abbonamento online, leggere il «Riflessi»-E-paper sul computer, sul telefono e sul tablet.