Piattaforma per acqua, gas e calore
articoli specialistici
02. luglio 2019

Riunione della B-HK

Approvati i nuovi profili di qualificazione

Alla prima riunione della commissione principale Formazione (B-HK) sono state fornite informazioni dettagliate e si è discusso in modo approfondito in merito ai grandi progetti in corso (revisione e sviluppo degli esami di professione), al potenziamento delle offerte formative nel settore del teleriscaldamento e alla revisione della GW1. I due profili di qualificazione delle professioni «Fontaniere/a» e «Montatore/Montatrice di tubazioni» sono stati approvati.

Per quanto concerne l’esame federale di professione di Controllore/a in impianti del gas e dell’acqua potabile, la B-HK ha approvato il profilo di qualificazione, le descrizioni dei moduli e il regolamento d’esame. La guida era già stata presentata alla Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione (SEFRI) all’inizio del 2019 per l’approvazione e l’entrata in vigore. La decisione è attesa per fine giugno 2019.

Il ciclo di formazione e l’esame finale sono a struttura modulare. Quattro moduli fanno parte della formazione di capo montatore di impianti sanitari e possono essere seguiti presso Suissetec o un altro ente di formazione. La SSIGA svilupperà e offrirà direttamente i due moduli «Consulenza» e «Controlli di sicurezza». A tal fine ha dato avvio a una prima serie di riunioni di lavoro per l’elaborazione dei contenuti dei corsi. Per garantire lo svolgimento ottimale del progetto, il primo corso di preparazione per l’esame di professione verrà offerto nel 2021, mentre nella Svizzera Romanda sarà probabilmente proposto nel 2022/23.

Dal momento che, in occasione della procedura di consultazione tenutasi nell’estate 2018 tra i soci SSIGA, è emerso che il corso di formazione per l’esame federale di professione di Controllore/a impianti del gas e dell’acqua potabile, con 370 lezioni, è troppo vasto per molte piccole aziende e imprese, per i collaboratori di aziende e imprese che hanno meno esigenze verrà creato un corso di certificato SSIGA chiamato «Perfezionamento tecnica di edificio».

 Revisione degli esami professionali di montatore/montatrice di tubazioni e fontaniere/a

La B-HK è stata informata in modo esauriente in merito allo stato del progetto e ai riscontri pervenuti sul progetto di revisione degli esami federali di professione Montatore/montatrice di tubazioni e Fontaniere/a.

Particolarmente vivace è stata la discussione riguardante la struttura modulare o classica del regolamento d’esame e i due profili di qualificazione Fontaniere/a e Montatore/montatrice di tubazioni sono stati approvati. Sarà presto pubblicato un rapporto specifico.

F1/Teleriscaldamento: potenziamento dell’offerta di corsi

Le offerte di formazione e perfezionamento nel settore del Teleriscaldamento verranno in futuro ampliate e sostenute. Per quest’anno sono in programma le seguenti misure di formazione:

  • per fine 2019 è in programma un seminario/simposio SSIGA sul teleriscaldamento.
  • Il corso sulla direttiva F1/Teleriscaldamento, della durata di due giorni, sarà riveduto e ristrutturato (il progetto è ancora in fase concettuale). Il corso avrà una durata di tre giorni (3 moduli):
  • Modulo 1: Basi (destinatari: responsabili con potere decisionale)
  • Modulo 2: Tecnica e costruzione (destinatari: ingegneri, capireparto, montatori di teleriscaldamento)
  • Modulo 3: Tecnica ed esercizio (destinatari: ingegneri, capireparto, montatori di teleriscaldamento)

I moduli possono essere seguiti insieme o separatamente. I contenuti attuali del corso, che saranno maggiormente focalizzati sui destinatari, saranno completati con l’aggiunta di nuovi temi quali «Trasformazione delle classiche aziende del gas/dell’acqua in fornitori energetici del futuro» e «Economicità».

 In occasione del progetto di revisione delle professioni di fontaniere/a e montatore di tubazioni/montatrice di tubazioni con attestato professionale, è stata creata una bozza con le competenze operative per il «Montatore di teleriscaldamento» (titolo del lavoro). I primi chiarimenti su una possibile specializzazione «Teleriscaldamento» sono già stati effettuati.

 Offerta formativa SSIGA: bilancio e prospettive

Alcuni «punti salienti» della ricca offerta formativa SSIGA meritano una menzione particolare:

· Nel mese di gennaio si è tenuto il primo corso espresso per responsabili con potere decisionale nel settore Acqua e Acque luride per l’ambito del Regierungstatthalteramt di Thun. Tenuto congiuntamente dalla VSA e dal Cantone di Berna, l’evento ha registrato un’ottima partecipazione. Oltre alla trasmissione delle conoscenze, tra i presenti si è avuto un vivace scambio di esperienze. Alla luce dei più che positivi riscontri dati dai partecipanti, nel Cantone di Berna sono in programma altri corsi espressi.

· Nel mese di febbraio si è tenuto il workshop sui risultati FOWA, seguito da 70 persone. Con brevi relazioni sono stati presentati gli esiti di nove interessanti progetti FOWA.

· Nel mese di maggio, sul campus della FHNW di Muttenz, si è tenuto il Wasserfachtagung «Innovazioni nel trattamento dell’acqua potabile». Più di 170 partecipanti hanno ascoltato le interessanti presentazioni di relatori nazionali ed esteri.

· Il nuovo corso «Standard minimo ICT» assiste i partecipanti nell’introduzione di un programma di Cyber Security, illustrando non solo gli aspetti teorici, ma offrendo anche esempi di applicazione molto concreti e un ottimo trasferimento delle conoscenze all’applicazione pratica. Verranno offerti due corsi, uno per le piccole aziende dell’acqua potabile con meno di 5000 persone approvvigionate (due mezze giornate ciascuno) e uno per le medie e grandi aziende dell’acqua potabile con oltre 5000 persone (due intere giornate ciascuno).

· A fine agosto, nel campus Sursee, si terrà la quarta giornata dei formatori SSIGA per tutti i docenti professionali SSIGA e gli esperti. Oltre alla relazione annuale sulle novità della SSIGA, allo scambio tecnico in gruppi (su tematiche attuali del settore acqua, gas e teleriscaldamento), l’evento sarà completato da un discorso programmatico sul tema «Media didattici digitali». Per tutti sarà infine preparata una cena, in cui sarà riservato tempo sufficiente per uno scambio di esperienze tra docenti professionisti ed esperti.

· A fine settembre si terrà a Lugano il congresso svizzero ACQUA360 vertente in particolare sulla sicurezza. Il seminario sarà rivolto a esperti, politici, alle autorità, ai media e in generale a tutti coloro che si interessano di gestione dell’acqua.

 Revisione della direttiva GW1

La direttiva GW1 («Lavori di installazione su impianti tecnici domestici per il gas naturale o l’acqua potabile») e i relativi regolamenti GW101 (per l’acqua potabile) e GW 102 (per il gas naturale) sono stati posti in vigore dal Comitato nel mese di gennaio 2007. Dal momento che è emersa nel frattempo la necessità di eseguire un po’ di revisione, nel dicembre 2016 il Comitato ha incaricato la commissione di vigilanza «GW1», su sua richiesta, di rielaborare la direttiva e i corrispondenti regolamenti.

Uno degli obiettivi consisteva nell’armonizzare i (più bassi) requisiti presenti nel settore del gas con quelli del settore dell’acqua. Nel corso dei lavori di revisione la commissione di vigilanza ha deciso di aumentare il livello dei requisiti nel settore gas per portarlo allo stesso livello di quello del settore acqua (dalle attuali 72 del corso sulle direttive SSIGA a 360 lezioni per i moduli suissetec richiesti). Gli attuali corsi sulle direttive SSIGA (o Installateur agrée gaz), come oggi già avviene per l’acqua, non sarebbero più sufficienti per l’iscrizione nel registro SSIGA delle persone autorizzate all’installazione. A tal fine servirebbe per entrambi i settori il superamento di sette moduli Suissetec, che vengono offerti nell’ambito della formazione di montatore capo.   

La versione riveduta delle direttive è stata presentata alle tre commissioni principali nel mese di maggio e giugno. I membri della G-HK si sono espressi chiaramente a favore di un innalzamento dei requisiti per il gas. Nella W-HK i pareri sulla severità dei requisiti per l’acqua erano divisi, così come nella B-HK. Nelle discussioni è inoltre emerso che oggi, a causa dei requisiti elevati previsti per l’acqua, le piccole e medie aziende non applicano la direttiva GW1; d’altro canto le grandi aziende continuano a volere requisiti elevati. L’attività è stata rimandata alla commissione di vigilanza «GW1» con l’incarico di verificare l’obiettivo di armonizzazione tra gas e acqua.

Elezioni B-UK 1: regolamentata la successione

Quale ente responsabile della formazione dei fontanieri, la Suissetec è rappresentata con un posto nella B-UK1 (commissione d’esame fontaniere). A inizio 2019 Chantal Volz Zumbrunnen ha preso il posto di Serge Frech alla carica di responsabile della formazione professionale superiore alla Suissetec. Chantal è laureata e vanta una lunga esperienza in formazione professionale superiore.

I membri della B-UK1 hanno proposto alla B-HK di eleggere Chantal Volz, in questa sua funzione, anche come membro della commissione d’esame per l’esame di fontaniere. La proposta è stata accolta all’unanimità; congratulazioni al nuovo membro.

Kommentar erfassen

Kommentare (0)

e-Paper

Con l'abbonamento online, leggere il «AQUA & GAS» E-paper sul computer, sul telefono e sul tablet.

Con l'abbonamento online, leggere il «Riflessi»-E-paper sul computer, sul telefono e sul tablet.