Piattaforma per acqua, gas e calore
06. giugno 2019

GHK

Corsi di formazione e periodi di transizione

Adesso che la G2 «Condotte» è entrata in vigore, all’ultima riunione della Commissione principale Gas (G-HK) sono emersi in primo piano temi quali l’introduzione della direttiva attraverso corsi di formazione ed eventi informativi e il periodo di transizione.

La seconda riunione di quest’anno della G-HK si è tenuta a metà maggio a Olten. Molto ricco e intenso il programma introdotto dal presidente Andrea Zinsli. Laurent Châtelain, Presidente della G-UK1, ha riferito in merito alla procedura di entrata in vigore della direttiva G2 «Condotte», mettendo generalmente a tema la procedura di entrata in vigore di una direttiva, di una raccomandazione o di un regolamento. Le modifiche rilevanti presenti in una direttiva di nuova pubblicazione dovrebbero essere comunicate, ad esempio, attraverso eventi informativi, articoli, ecc. Occorrerà inoltre proporre corsi di formazione e, in base all’importanza del regolamento, prevedere anche un periodo di transizione. Nel caso della G2, ad esempio, sono in programma alcuni eventi informativi nella Svizzera Romanda (10 giugno 2019) e nella Svizzera tedesca (luglio e agosto 2019). Alla G2 sarà inoltre allegata una lettera concernente un periodo di transizione fino al 1° gennaio 2020.

Revisione in corso per G13 e G18

Chris Stahel, Presidente della G-UK4, ha riferito in merito ai lavori di revisione avviati per la direttiva G13 «Immissione di gas rinnovabili». Un motivo tra i più importanti sono le modifiche apportate all’ordinanza sull'imposizione degli oli minerali e il termine legale per l’esenzione fiscale prevista per i biocarburanti fino al 30 giugno 2020. Sono inoltre necessarie modifiche relative agli strumenti di misurazione, gli intervalli di misurazione e la qualità dei gas. Le discussioni sulle modalità di revisione della direttiva G13 hanno portato alla luce i profondi collegamenti esistenti con l’ordinanza sull'imposizione degli oli minerali.

Il Presidente della G-UK4 ha presentato le ambiziose tempistiche che prevedono la revisione della direttiva entro al più tardi il 1° luglio 2020. Al tempo stesso si procederà con la revisione della direttiva G18 «Proprietà del gas». Qui è necessario chiarire se la percentuale di idrogeno presente nel gas naturale può essere incrementata al 5 o al 10%.

Certificazione e programma di formazione

Nell’ambito della certificazione delle persone sono stati messi all’ordine del giorno il rapporto e la richiesta concernenti la procedura di consultazione delle versioni riviste dei documenti GW1, GW101 e GW102. La G-HK ha respinto la proposta di sottoporre gli attuali progetti a una procedura di consultazione, raccomandando invece la rivalutazione sostanziale dei requisiti più severi proposti per la certificazione personale e la rielaborazione del sistema di formazione. La G-HK non ha individuato motivi rilevanti per la sicurezza tali da richiedere un siffatto aumento del numero di lezioni. Al contrario, ha consigliato di chiarire se, alla luce delle esperienze maturate, sia necessario approfondire in modo più mirato gli aspetti tecnici della sicurezza. La commissione di vigilanza GW1 preposta raccoglierà anche il riscontro della commissione principale Acqua ed elaborerà una nuova proposta per la revisione della GW1 e i relativi regolamenti.

Metano e idrogeno

La G-HK si è inoltre occupata del progetto FOGA «Emissioni di metano della rete del gas», un progetto che impegnerà notevolmente l’Ufficio nei prossimi mesi e che richiederà anche un coinvolgimento intenso della G-HK e della G-UK1.

Il gruppo di lavoro «Idrogeno» seguirà inoltre alcuni futuri progetti come progetti pilota, aiuti all’attuazione o regolamenti.

La G-HK è stata inoltre informata in merito alla revisione della direttiva L1 e alla possibilità di partecipazione alla G-HK per i soci interessati. La G-HK si ritroverà alla prossima riunione il 30 agosto 2019.

Kommentar erfassen

Kommentare (0)

e-Paper

Con l'abbonamento online, leggere il «AQUA & GAS» E-paper sul computer, sul telefono e sul tablet.

Con l'abbonamento online, leggere il «Riflessi»-E-paper sul computer, sul telefono e sul tablet.