Piattaforma per acqua, gas e calore
20. settembre 2017

Domande pratiche

Aiuto, microinquinanti!

I residui di farmaci, pesticidi e altre sostanze estranee chimiche preoccupano i consumatori. Cosa devono rispondere le aziende dell’acqua potabile locali ai consumatori che le interpellano per domande su questo tema?

L’ultimo rapporto dell’Osservazione nazionale delle acque sotterranee NAQUA sui residui di pesticidi ha confermato i timori delle aziende dell’acqua potabile: le acque sotterranee, soprattutto nell’Altopiano, sono estesamente molto contaminate, spesso a tal punto da non soddisfare i requisiti dell’Ordinanza sulla protezione delle acque. I media svizzeri hanno quindi dato ampio risalto alla messa in guardia della SSIGA sul pericolo di un peggioramento dell’inquinamento della maggiore risorsa di acqua potabile. Questo clamore ha a sua volta indotto alcuni consumatori preoccupati della situazione a chiedere chiarimenti sulla sicurezza della loro acqua del rubinetto alla loro azienda dell’acqua potabile.

Nessun rischio per la salute

In una tale situazione, alle aziende dell’acqua potabile non conviene trincerarsi nel silenzio, perché in casi del genere il silenzio non è d’oro, ma è controproducente. Il fornitore può però far notare che le analisi precedenti avevano confermato la buona qualità della propria acqua potabile. Per migliorare la comprensione da parte dei consumatori, andrebbe anche spiegato che le analisi sono state svolte basandosi sull’analisi del rischio. Questo può significare che non si analizzano i pesticidi nell’acqua se nel bacino di alimentazione non si fa uso di pesticidi. Se però lì vengono usati, bisognerebbe instaurare un dialogo con gli agricoltori e con il cantone per chiarire, se non sono già stato fatto, quanto sia necessario effettuare gli opportuni accertamenti.
Per il consumatore è importante sapere che non ci sono prove che le concentrazioni delle singole sostanze riscontrate fino a questo momento rappresentano un pericolo per la salute umana e che l’acqua continua a essere ineccepibile e di buona qualità.

Tanto di poco può essere troppo

Il motivo per cui le aziende dell’acqua potabile si battono comunque contro l’inquinamento causato da pesticidi e altri microinquinanti consiste nel fatto che, da un lato, bisognerebbe evitare un aumento delle singole sostanze, perché quando una sostanza contamina il sottosuolo può restare a lungo, dall’altro lato bisognerebbe dapprima chiarire come interagiscono tra loro le singole sostanze. E qui le conoscenze sono ancora molto lacunose. Non si può purtroppo escludere che molte sostanze, anche se singolarmente non pericolose, assieme possano formare altre sostanze velenose.

Tutte le aziende dell’acqua potabile possono pubblicare gratuitamente i loro dati sulla qualità sul sito qualitadellacqua.ch. Per i microelementi, la SSIGA ha elaborato un argomentario che aiuta a inquadrare il tema. Per i membri SSIGA gli argomentari sono a disposizione nell’intranet.

commenti

e-Paper

Con l'abbonamento online, leggere il «AQUA & GAS» E-paper sul computer, sul telefono e sul tablet.

Con l'abbonamento online, leggere il «Riflessi»-E-paper sul computer, sul telefono e sul tablet.