Piattaforma per acqua, gas e calore
26. novembre 2019

Direttiva W4

Perdita di valore residuo vs. guadagno di sinergia

Sono da poco disponibili alcuni documenti aggiuntivi alla Direttiva W4. Oltre a informazioni sulle prove di pressione e sul comportamento di guasto dei materiali delle condotte, è presente anche una sezione sul tema «Perdita di valore residuo versus guadagno di sinergia».

Quando devono coordinare le misure di manutenzione delle loro reti di distribuzione con altri proprietari di condotte e strade, le aziende dell’acqua potabile si trovano sempre di fronte a una grande sfida. Perché, per mantenere bassi i costi di manutenzione e pianificazione, sempre più progetti di costruzione sono coordinati con altri proprietari di condotte e strade, in modo da sfruttare le possibili sinergie attraverso la costruzione in comune. Ciò comporta spesso una perdita di valore residuo delle tubazioni esistenti e funzionanti. Per i responsabili sarebbe quindi utile una base decisionale trasparente, che permetta loro di stimare il valore residuo della condotta e quali sinergie derivanti dalla costruzione in comune sono compensate da tale valore residuo.

Grazie a un progetto sostenuto dal Fondo di ricerca per l’acqua (FOWA), ora è stata sviluppata una nuova Nota tematica, che fa parte della W4. Rappresenta un buon modo per prendere decisioni fondate ma comunque pragmatiche. L’aiuto decisionale è facile da usare ed è disponibile anche come strumento sul sito della SSIGA.

La probabilità di occorrenza del rischio di guasti

Due ulteriori documenti aggiuntivi per la W4 riguardano da un lato le prove di pressione e dall’altro il comportamento di guasto dei materiali delle condotte: la parte sulle prove di pressione contiene soprattutto diverse tabelle Excel per il calcolo dei singoli valori per la prova preliminare, la prova del calo della pressione e la prova principale.

La Nota tematica sul tema «Invecchiamento e riabilitazione delle condotte» presenta un approccio semplice ma orientato alla pratica per l’analisi e la valutazione sistematiche delle condotte nelle piccole e medie aziende dell’acqua potabile. Oltre a illustrare un metodo per l’accertamento dell’evoluzione dei guasti e il calcolo dei tassi di guasto dipendenti dall’invecchiamento per le singole condotte, viene descritto anche un procedimento per la determinazione e la quantificazione della probabilità di occorrenza di guasti e del rischio connesso. Presenta inoltre un approccio per la definizione delle priorità nell’attuazione delle misure di manutenzione pianificate, in base al budget a disposizione di un’azienda.

Presto disponibile anche in italiano!

 

Kommentar erfassen

Kommentare (0)

e-Paper

Con l'abbonamento online, leggere il «AQUA & GAS» E-paper sul computer, sul telefono e sul tablet.

Con l'abbonamento online, leggere il «Riflessi»-E-paper sul computer, sul telefono e sul tablet.