Piattaforma per acqua, gas e calore
26. gennaio 2024

Protezione delle risorse

SVGW partecipa a tre consultazioni

Attualmente sono in corso consultazioni su tre diversi adeguamenti di leggi o ordinanze che riguardano direttamente le aziende dell'acqua. Oltre all'adeguamento e all'integrazione della legge sulla geoinformazione, sono state sottoposte a consultazione modifiche dell'ordinanza sui rifiuti e dell'ordinanza sui prodotti fitosanitari, dimostrando così chiaramente quanto sarà importante anche in futuro la protezione preventiva delle risorse per le aziende dell’acqua.
Rolf Meier 

La presente revisione parziale della legge sulla geoinformazione mira a creare le basi giuridiche per il Catasto delle condotte svizzero (CCCH). In sostanza, il progetto impone anche alle aziende l'obbligo di documentazione digitale spaziale della rete di condotte. Inoltre, devono essere disciplinati, in particolare, lo scopo e il contenuto del CCCH, nonché le competenze e i ruoli della Confederazione e dei Cantoni, nonché l'obbligo di fornire dati e la sicurezza delle informazioni.

La consultazione in corso dell'Ordinanza sui prodotti fitosanitari (OPF) coinvolge le aziende dell'acqua in un'importante questione centrale: la protezione delle risorse di acqua potabile. Con la revisione della OPF, la procedura di omologazione svizzera dei prodotti fitosanitari va allineata a quella dell'UE. L'approvazione dei singoli principi attivi corrisponde già in larga misura a quella dell'UE. Ora, con questo progetto, anche i prodotti fitosanitari (che contengono i principi attivi) già autorizzati nell'UE devono essere autorizzati in Svizzera senza un test specifico. Soprattutto nelle zone dove si pratica l’agricoltura intensiva, che servono anche per l'approvvigionamento di acqua potabile, questa proposta sembra addirittura negligente. Ciò vale, in particolare, per l'Altopiano densamente popolato.

Anche il terzo progetto di consultazione riguarda il tema della protezione delle risorse: si tratta dell'adeguamento dell'Ordinanza sui rifiuti (OPSR). Con la revisione dell'OPSR si intende ovviare alla mancanza di capacità delle discariche, consentendo eccezionalmente, a determinate condizioni, l'ampliamento orizzontale e/ o verticale delle discariche anche nell'area di protezione delle acque. Tuttavia, tali ampliamenti delle discariche non devono in alcun caso comportare un rischio aggiuntivo e, in linea di principio, si dovrebbe preferire un ampliamento verticale rispetto a un ampliamento orizzontale. Nell'ambito di una perizia idrogeologica, è, inoltre, necessario dimostrare che non vi è alcun pericolo per le acque sotterranee. Inoltre, l'ampliamento della discarica non può essere autorizzato laddove il bacino idrografico sia interessato da captazioni idriche sotterranee di rilevanza regionale.

Il settore Acqua dell'Ufficio amministrativo SVGW, in stretto coordinamento con la sede, esprimerĂ  un parere in merito a tali consultazioni e rappresenterĂ , quindi, gli interessi legittimi delle aziende.

Saremo lieti di ricevere consigli o suggerimenti entro la metĂ  di marzo 2024.


Contatto

Rolf Meier

r.meier@svgw.ch o 044 288 33 67

Kommentar erfassen

Kommentare (0)

e-Paper

Con l'abbonamento online, leggere il «AQUA & GAS» E-paper sul computer, sul telefono e sul tablet.

Con l'abbonamento online, leggere il «Riflessi»-E-paper sul computer, sul telefono e sul tablet.