Piattaforma per acqua, gas e calore
29. gennaio 2019

Blog

In molte zone l'acqua potabile non gode di una protezione adeguata

Uno studio aggiornato dell'Ufficio federale per l'ambiente (nov. 2018) porta alla luce la presenza di importanti lacune nell'attuale protezione dell'acqua potabile.
André Olschewski 

 È ciò che riferisce Gaudenz Wacker nel suo rapporto trasmesso il 23 gennaio 2019 su Radio SRF News. Poiché numerose captazioni d'acqua potabile non sarebbero adeguatamente protette, un milione di persone circa riceverebbe oggi l'approvvigionamento di acqua da captazioni con una protezione insufficiente.

Il rapporto dell'UFAM parla di «gravi conflitti di utilizzo» che rappresentano «un grande pericolo per l'utilizzo dell'acqua potabile», situazioni nelle quali la protezione preventiva delle acque sotterranee non è più garantita a causa degli utilizzi praticati. In passato ciò era spesso dovuto alla costruzione di insediamenti e vie di comunicazione in zone di protezione, in futuro il problema sarà sempre più legato all'agricoltura. Sebbene la qualità dell'acqua sia tuttora buona in molte captazioni, una cosa è chiara a tutti:

da questi conflitti di utilizzo deriva un pericolo non trascurabile per le acque sotterranee, e quindi per l'acqua potabile. La chiusura di diverse captazioni avvenuta in passato conferma questa stima.

«Un milione di persone circa riceve acqua ottenuta da acque sotterranee non adeguatamente protette».

Nella Berna federale, nei prossimi mesi si discuterà sempre più della protezione dell'acqua potabile, in particolare quando il parlamento deciderà in merito all'iniziativa sull'acqua potabile. La SSIGA, l'associazione per l'acqua potabile, sostiene un controprogetto sostanziale ed è a favore di un pacchetto di provvedimenti che siano all'altezza di questa problematica. Riceverete nostre comunicazioni.

 

Kommentar erfassen

Kommentare (0)

e-Paper

Con l'abbonamento online, leggere il «AQUA & GAS» E-paper sul computer, sul telefono e sul tablet.

Con l'abbonamento online, leggere il «Riflessi»-E-paper sul computer, sul telefono e sul tablet.