Piattaforma per acqua, gas e calore
29. marzo 2018

Blog

Nella gestione dell'acqua il conflitto è la normalità

L'acqua è un bene prezioso e una risorsa apprezzata per svariati utilizzi. La protezione di questa risorsa è un compito importante della nostra società. Gli interessi sono tuttavia vari: per le loro colture i coltivatori utilizzano anche acqua di falda, nonostante queste risorse siano riservate all'approvvigionamento di acqua potabile. I gestori delle aree sciistiche utilizzano l'acqua per preparare le piste da sci. Su un altro versante, a causa dei prelievi di acque superficiali, in particolare in inverno, molti organismi acquatici soffrono per le scarse quantità di acque residue.

Questi esempi mostrano che la gestione dell'acqua è esposta a una varietà di interessi diversi. Va da sé che questi interessi siano tra loro in contrasto: la protezione e l'utilizzo sono spesso in concorrenza tra di loro.

Sovente le diverse posizioni sono diametralmente opposte, tanto che trovare una soluzione appare come un compito molto arduo. Se, tuttavia, i vari gruppi interessati, invece di mostrare le proprie posizioni rigide, espongono i propri interessi, è molto più facile incontrare comprensione e accettazione nelle controparti. Ciò costituisce un grande passo verso la ricerca della soluzione. Se inoltre si cerca di trovare un «comune denominatore» tra i vari interessi, ecco che la possibile soluzione non è più così lontana. Procedendo in questo modo possiamo riuscire a far sì che, anche nel settore dell'acqua, il conflitto non sia tanto la normalità quanto l'eccezione.

Cordiali saluti

Heinz Habegger, Presidente VSA

 

Kommentar erfassen

Kommentare (0)

e-Paper

Con l'abbonamento online, leggere il «AQUA & GAS» E-paper sul computer, sul telefono e sul tablet.

Con l'abbonamento online, leggere il «Riflessi»-E-paper sul computer, sul telefono e sul tablet.